con Andrea Dellai, Marco Tizianel, Sandro Busolo, Tommaso Franchin.

W.C. – White Christmas è una performance suddivisa in tre parti da 5 minuti ciascuna per una durata totale di 15 minuti circa, ideata per essere ripetuta più volte nell’arco di una stessa serata. Due attori si muovono nei piccoli spazi dei Servizi Igienici di un locale pubblico come fosse il loro bunker natalizio. Una performance pensata per essere vista da pochi spettatori alla volta, e anche per questo, quindi, reiterabile. Abbiamo ibridato il racconto Altri libertini di P. V. Tondelli con le suggestioni nate da  A Christmas carol di C. Dickens.

Schiacciamo la faccia addosso alle vetrine addobbate. Sospiriamo mentre guardiamo fuori dalla finestra desiderando tanto che cominci a fioccare la neve. A Natale vince la famiglia del Mulino Bianco. Non esiste passato, il futuro è a technicolor. C’è il presente, sospeso: tra renne, regali e tacchini farciti. Sordi alle urla della polvere che costantemente ricopre i nostri corpi, esibiamo occhi di plastica che luccicano sull’argenteria appositamente noleggiata.

Questa è la magia del Natale. Perché il Natale non è un giorno qualsiasi, è (deve essere) un amplificatore di positività.

Ma, suvvia, lo sappiamo che, anche voi, almeno una volta, avreste preferito che quella festa cadesse in un altro mese, in un altro periodo, addirittura (nei casi speciali) mai più. A voi (ma anche a tutti gli altri) dedichiamo questo spettacolo.

IMG_0562

IMG_0566