Spettacolo teatrale per ragazzi dai 5 anni in su, liberamente ispirato a “Le avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi.

Con Anna Scomparin
Regia Tommaso Franchin
Scene e oggettistica realizzate da Laboratorio Faust e Sergio Debertolis.
Grafica: Paolo Zuliani

Durata 60′ circa

Pinocchio è povero, ha la testa di legno e corre sempre. Ha per coscienza un grillo, per babbo un vecchietto e una fata come baby sitter. Non ha amici. In ogni situazione fa la scelta sbagliata, dopo averla soppesata poco o a lungo. Ci mette un attimo a innamorarsi dei progetti, suoi o altrui, a ogni caduta si rialza sempre con la stessa energia, pronto e reattivo. Curioso di tutto, verso tutti ben disposto, non concepisce il tradimento, anche se poi lo mette in atto senza saperlo. Vuole crescere, vivere la vita al tremila per cento, è pronto a cambiare il proprio punto di vista fino a perdersi dietro quello degli altri, che quasi sempre ne sfruttano l’ingenuità. Pigro, permaloso, testardo, è convinto di agire in completa libertà. E invece si fa pigliare per quel lungo naso che ha dalla famelica volpe, dall’omino di burro, dall’incanto del dolce far niente. Corri Pinocchio, corri, che presto o tardi imboccherai la strada giusta.

IMG_2211